Via Curiel, 230 - 20089 Quinto de Stampi Rozzano - Milano

Quando si effettua la revisione dell’auto

Quando si effettua la revisione dell'autoQuando si effettua la revisione dell’auto? Prima di approfondire questo aspetto, occorre precisare che, come avviene di solito, per semplificare si parla di “revisione”.

In realtà, si sta facendo riferimento a quella che più correttamente dovrebbe essere definita “revisione ministeriale”, da non confondere con il tagliando.

Chiarito ciò, è utile ricordare che possedere un’auto comporta oneri e onori. Tra i primi, ce n’è uno in particolare, molto importante: far revisionare la propria vettura.

Si tratta di una sorta di check-up della macchina, un controllo generale per stabilire che tutto è perfettamente a posto e funzionante e che il mezzo risulti sicuro per sé e per gli altri.

Contrariamente al tagliando, la revisione è obbligatoria e, oltre alle automobili, sono tenuti a essere sottoposti a tale esame anche moto, scooter, furgoni, camion e rimorchi di peso inferiore o uguale a 3,5 tonnellate. Per queste tipologie di veicoli, la prima revisione deve essere effettuata dopo 4 anni dall’immatricolazione e, successivamente, ripetuta ogni due anni.  

Altri tipi di mezzi, come per esempio le ambulanze o i pullman, devono essere revisionati ogni anno, mentre gli appassionati d’auto d’epoca devono fare attenzione: per queste automobili, infatti, la revisione è prevista ogni due anni.

Il consiglio è rispettare la legge: al di là dell’importanza della revisione in termini di sicurezza, di recente è entrato in vigore un nuovo certificato di revisione auto, introdotto nel decreto ministeriale 214/2017 a seguito della Direttiva europea 2014/45, che prevede sanzioni fino a 674 euro per chi circola con un veicolo non revisionato.

Il certificato di revisione auto, che deve essere inviato anche al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, contiene dati molto importanti, tra cui:

  1. Numero di targa e di telaio della vettura
  2. Categoria cui appartiene il veicolo
  3. Chilometraggio
  4. Nome dell’ente che ha emesso il certificato, luogo e data del controllo e data della prossima revisione prevista
  5. Eventuali carenze individuate nell’automobile a seguito del controllo e relativo livello di gravità.

Quando occorre eseguire la revisione delle automobili a GPL o metano

Oggi non esistono più solo macchine a benzina; quali sono quindi le regole per le vetture alimentate in altro modo, per esempio a GPL o a metano?

Per quanto riguarda le prime, è utile sapere innanzitutto che le bombole di GPL vanno sostituite dopo un decennio dalla prima immatricolazione, mentre l’impianto a GPL deve essere sottoposto a controlli periodici, da effettuare contestualmente al tagliando.

Ecco, invece, quando si effettua la revisione dell’auto a metano: esiste una duplice tipologia di revisione: ordinaria e specifica per le bombole. Quest’ultima, da eseguire 5 anni dopo la prima immatricolazione se si tratta di bombole omologate secondo la normativa nazionale e 4 nel caso di bombole omologate secondo la normativa europea, non comporta spese, se non i costi di manodopera.

 

Stai cercando un centro revisioni auto a Milano o dintorni? E.C.E.F. è l’officina specializzata nella revisione e riparazione di autovetture multimarca. Richiedi un appuntamento cliccando sul pulsante che trovi a destra scorrendo verso l’alto.