Via Curiel, 230 - 20089 Quinto de Stampi Rozzano - Milano

Come capire se gli ammortizzatori sono da cambiare

Come capire se gli ammortizzatori sono da cambiarePrima di mostrare come capire se gli ammortizzatori sono da cambiare o meno, vediamo perché è fondamentale non sottovalutare la loro importanza. La cultura relativa agli ammortizzatori, infatti, in molti casi sarebbe da ampliare, in Italia come in molti altri Paesi.

Questo perché, al contrario di componenti come per esempio le pastiglie o i dischi dei freni,  molte persone non li associano immediatamente alla sicurezza.

In realtà, questo elemento dell’auto è soggetto a usura proprio come gli altri e, di conseguenza, deve essere sottoposto a controlli periodici ed eventualmente sostituito.

Ogni ammortizzatore difatti, può influire in modo determinante sulle condizioni di guida: basti pensare che, in caso di molle usurate, aumenta lo spazio di frenata e diminuisce il controllo del mezzo in curva.

Al contrario, ammortizzatori in buone condizioni assicurano un’ottima tenuta di strada e – cosa che in pochi sanno – attenuano la sensazione di malessere che coglie molte persone durante i viaggi in auto.

Dati alla mano, il dovere di prestare più attenzione alla “salute” degli ammortizzatori della nostra auto è più che mai necessario: un’indagine condotta in Germania ha infatti rivelato che oltre il 40% delle vetture di 4 anni di età presenta ammortizzatori usurati, percentuale che aumenta del 10% nei veicoli di 5 anni e che raggiunge il picco del 60,3% nelle macchine con più di 11 anni.

La situazione non è poi così migliore per le auto “nuove”, cioè con al massimo un anno di età: la percentuale di mezzi con ammortizzatori usurati – e con un chilometraggio che si attesta attorno ai 30.000 km – arriva al 18,5%.

Come capire quando gli ammortizzatori devono essere cambiati: i campanelli d’allarme

Un controllo periodico presso la propria officina di fiducia è il modo migliore per accertarsi che le molle ammortizzatrici della propria macchina siano in buone condizioni.

Tuttavia, ci sono anche degli inequivocabili campanelli d’allarme che possono far nascere il sospetto che gli ammortizzatori siano usurati e che pertanto debbano essere sostituiti.  Ecco i principali:

  1. Aumento dello spazio di frenata
  2. Riduzione dell’efficienza  dei sistemi di antibloccaggio (ABS) e di controllo elettronico della stabilità (EPS)
  3. Usura più rapida degli pneumatici (fino al 7% in più rispetto a veicoli con sospensioni ben funzionanti)
  4. Aquaplaning
  5. Difficoltà a mantenere il controllo dell’auto in curva o in presenza di vento laterale
  6. Guida più faticosa, con aumento dei tempi di reazione del conducente

In presenza di questi segnali, è opportuno rivolgersi immediatamente ad un meccanico e cambiare gli ammortizzatori che, non bisogna dimenticare, devono essere montati proprio come erano in origine, assicurando così il consueto comfort alla guida.

Come capire se gli ammortizzatori sono da cambiare? Adesso abbiamo risposto alla vostra domanda. È importante ricordare che, in caso di segnali che potrebbero identificare un problema agli ammortizzatori, o, più in generale, alle sospensioni della vostra automobile, potrebbe essere necessario rivolgersi in breve tempo ad una officina specializzata che sarà in grado di risolvere il problema in modo professionale.